HomeBlogGustoGuida Michelin 2017: all’insegna del gusto

Guida Michelin 2017: all’insegna del gusto

La 62^edizione della Guida Michelin 2017 è stata presentata il 15 di Novembre al Teatro Regio di Parma, luogo straordinario e tempio indiscusso della musica lirica per eccellenza.

Anche quest’anno, tantissime novità sono state presentate per l’occasione.

La notizia più attesa e chiacchierata?
Ovviamente, l’annuncio delle nuove stelle Michelin.

Sono ben cinque i nuovi ristoranti “bistellati” entrati a far parte della “Rossa”, la Guida Michelin 2017. Due di questi sono rispettivamente- insegne milanesi. Stiamo parlando di Seta del Mandarin Oriental, guidato dallo chef Antonio Guida e il locale di Enrico Bartolini al Mudec.

In modo particolare, segnatevi quest’ultimo nome perché chef Enrico Bartolini è la vera star indiscussa di questa edizione.
La sua cucina fonde valori del passato e del presente creando sapori sempre nuovi, originali ed equilibrati, pensati a ricreare un forte impatto gustativo. Grazie alle sue straordinarie capacità culinarie, quest’anno ha ricevuto quattro nuove stelle per i suoi tre diversi ristoranti.

Fra le tante novità di questa edizione, esordisce la rubrica “Ci piace” con suggerimenti e consigli di mete imperdibili e locali gourmet.

La Guida Michelin 2017 potrà essere consultata collegandosi al sito ufficiale e sull’ App dedicata, per Smartphone e Android.

Siete pronti ad un viaggio all’insegna del gusto? Cliccate qui per scoprirne di più!

Se lo hai trovato interessante... condividi, grazie!

TATs

TATs
That’s All Trends è un sito che si propone di darvi notizie di Moda, Bellezza, Lifestyle senza annoiare, grazie ad una sana dose d’ironia e classe. Siamo giovani, ricchi di stile, sarcastici quanto basta e con quell’humour tutto rosa e fiori tipico del lunedì mattina con una settimana di lavoro davanti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Leggete anche...

Cucina siciliana. Viaggio tra le delizie

Se non siete a dieta e non considerate i peccati di gola ...